TERZA CATEGORIA / Ribaltone giallonero, «adesso il destino è nelle nostre mani»

05 Aprile 2019
Author :  

In una settimana pazzesca la squadra di Bicchierai ha recuperato 7 punti alla Sommarivese, piazzandosi al primo posto con 6 lunghezze di vantaggio

 

Anche oltre le più rosee aspettative. Poco meno di venti giorni fa l'Area Calcio aveva il fiato sul collo della Sommarivese, capolista del girone B e avversaria diretta per la conquista del titolo.

Oggi, quattro partite dopo, non solo l'Area si è posizionata in vetta alla classifica, ma ha anche stabilito un distacco di ben sei punti: frutto di un trittico impeccabile di gare in cui i gialloneri hanno sconfitto, nell'ordine, Benese, Ceresole e Neive, prima del passo falso di domenica scorsa in casa del Bagnasco.

«Non siamo fatti per giocare la domenica pomeriggio – ironizza il tecnico Bicchierai –: la sconfitta di domenica è meritata perché dopo aver retto agli attacchi dei padroni di casa soprattutto grazie all'ottima prestazione del portiere Gasparri, nella ripresa l'uno-due del Bagnasco ci ha messi ko e non ci siamo più ripresi. Purtroppo ci siamo presentati a quella gara a ranghi ridotti, fortemente rimaneggiati e senza poter contare sul sostegno dei ragazzi della Juniores e degli Allievi».

Perché questa collaborazione tra gruppi è uno dei punti forti di questa squadra che, sorretta dalla società, può sempre contare su importanti innesti: «A questo proposito, nella gara contro il Ceresole ha esordito (con doppietta) il classe 2002 Randazzo, a dimostrazione della sinergia che esiste all'interno di questa società e per la quale vorrei di cuore ringraziare la dirigenza».

5-1 e Benese liquidata, poi è toccato al Ceresole e infine al Neive, «una gara molto dura e una vittoria molto preziosa contro la nostra bestia nera: la partita è rimasta aperta e combattuta fino all'ultimo, ma alla fine siamo riusciti a conquistare una vittoria preziosissima, anche per la gioia del nostro presidente».

E mentre l'Area conquistava 9 punti in 3 gare, la Sommarivese perdeva due gare su tre scivolando al secondo posto. Ora a distanza di sicurezza di sei punti: «Le tre gare in una settimana hanno messo in luce lo splendido stato di forma di Cane, in questo momento vero trascinatore della squadra nel reparto avanzato visto lo stop di Mogos e il periodo non al top della forma di Rosso che dopo un inizio di stagione travolgente in questa fase sta pagando il recupero da un infortunio e l'assenza (per motivi di lavoro) durante la preparazione invernale».

C'è tanto entusiasmo, c'è tantissima fiducia: «Ma guai ad abbassare la guardia, adesso ci aspetta un'altra settimana con tre gare (Racco 86 questa sera, Pro Sommariva martedi e Villanova Solaro venerdì prossimo) in cui l'obiettivo deve essere quello di portare a casa almeno sette punti».

Per presentarsi con un buon vantaggio in occasione del big match contro la Sommarivese in programma il 17 aprile. 

«Dobbiamo provare a presentarci allo scontro diretto con questo stesso vantaggio (+6), così se non sarà quella l'occasione per festeggiare, potremo almeno provare a uscire dal campo con un pareggio. Per poi provare a chiudere la pratica in una delle due giornate successive, entrambe da disputare di fronte al pubblico amico».

Per evitare di aspettare le ultime due giornate in cui la contemporaneità prevede che tutti giochino la domenica pomeriggio. «E a noi la domenica pomeriggio non piace», sorride, ancora Bicchierai.

Devi effettuare il login per inviare commenti