Le origini

L’AREA CALCIO ALBA ROERO è nata nell’ottobre 2014, quando la collaborazione tra Atletico Roero ed Europa Alba è stata presentata nella splendida cornice della chiesa parrocchiale di Santo Stefano nel comune di Priocca. Questa sinergia ha portato, nel luglio 2015, alla definitiva fusione tra i due sodalizi. Oggi la società può vantare oltre 300 tesserati, dalla neonata compagine iscritta alla Terza Categoria fino ai Piccoli Amici del 2012, e tra le sue realtà annovera con orgoglio anche un polo femminile, denominato appunto Femminile Area Calcio, nato dalla fusione con il Cavallermaggiore Calcio Femminile e rappresentato, alla presidenza, da Sante Sandron, storica figura del calcio albese. Questa realtà vanta una formazione iscritta alla Serie C, una squadra Primavera e una squadra di Futsal iscritta al campionato UISP. Al fine di accrescere il bagaglio tecnico degli allenatori, oltre alla figura del responsabile Chicco Lombardi, viene annoverata la collaborazione con Emanuele Domenicali, allenatore UEFA A, oltre alla presenza sui campi di Andrea Carozzo, responsabile dei portieri.

La grande sfida in questa stagione sportiva consiste nella gestione dell’Impianto Sportivo Comunale “Renzo Saglietti” di Mussotto d'Alba, con la volontà di provvedere ad un sensibile ammodernamento dei locali. Numerosi spazi sono stati ripensati, al fine di essere più funzionali per la pratica sportiva o più accattivanti e confortevoli per genitori e sostenitori. Il sogno che anima il rinnovamento dell’impianto è quello di far respirare un clima professionale ma allo stesso tempo familiare a tutti i nostri tesserati. I lavori stanno proseguendo e, grazie alla preziosa collaborazione dell’Amministrazione Comunale, metteranno a disposizione dei ragazzi un impianto in linea con le aspirazioni della Città e della Società. Al fine di assecondare le esigenze delle famiglie, specialmente quelle con bambini in fascia di età più piccola, si è scelto di mantenere l’attività sportiva dei Primi Calci anche nell’impianto sportivo di Govone (con la preziosa collaborazione dell’Associazione “Ragazzi del Roero”) e nell’Oratorio della Parrocchia Cristo Re nel centro di Alba. Ciò non deve far accantonare l’aspetto tecnico, che riteniamo fondamentale. Anche quest’anno la società può vantare di aver visto un giovanissimo tesserato ed una ragazza del Femminile scelti dalla prestigiosa Juventus FC, e constatare con orgoglio che l’unica squadra di Alba ad essersi qualificata a partecipare al Campionato Regionale veste questi colori.

Il Presidente che guida la società è Luciano Cane, la Vice Presidenza è affidata a Gianni Mercorella, storico dirigente del calcio albese con più di 40 anni di tesseramento presso la Figc, mentre il Direttivo Societario è composto da 12 membri. Ma la macchina organizzativa è assai più imponente, le persone coinvolte a vario titolo nella gestione dell’attività sportiva ed organizzativa, dagli Istruttori ai Dirigenti, sono circa 80. Per il Settore Tecnico è stato confermato Enrico Lombardi, ex calciatore professionista ed ora allenatore con un passato nelle fila del Torino FC con cui conquistò il Campionato Nazionale Berretti. Confermata fattiva collaborazione con il Poliambulatorio San Paolo ed Albafisio per l’area medica e fisioterapica, con particolare rilievo per la figura di Marco Bertola, esperto fisioterapista. Numerose le serate di approfondimento tecnico previste dalla Società, dagli incontri con il fisioterapista ed ex preparatore atletico del Torino, Luca Rolando, alle riunioni con lo Psicologo dello sport Mario Silvetti, fino al prestigioso nome di Vincenzo Pincolini, storico preparatore atletico del Milan di Arrigo Sacchi, a dimostrare ulteriormente la volontà di crescita del sodalizio.

I considerevoli investimenti realizzati dalla società, in termini organizzativi e tecnici, rappresentano la più importante testimonianza della volontà di creare un sodalizio che ponga al centro dei propri sforzi i ragazzi e le ragazze, individuando un obiettivo non legato al domani ma agli anni a venire, con la forte aspirazione di voler costruire un gruppo sportivo dove si possa respirare il calore di una grande famiglia unito alla programmazione di un’Associazione seria ed organizzata.